Htsi_cover_ottobre2016

Mai così ricco

Il numero di ottobre di How to Spend It esce in edicola con il massimo della foliazione possibile: 132 pagine di luxury e lifestyle.

 Il magazine questo mese guarda il mondo e soprattutto l’arte e il design a 360 gradi.

La storia di copertina ospita il servizio di design il cui tema è centrato sui nuovi “quadri che si calpestano”: stiamo parlando dei tappeti. Lineari o barocchi, geometrici o floreali: questi sono i due trend del tappeto d’autore che sono, a ben vedere, la prima opera d’arte performativa della storia. Da toccare, trasformare, usare.

In 132 pagine il magazine concentra storie, consigli per gli acquisti, tendenze, ispirazioni. La foliazione extra è merito del gradimento dei lettori, a cui il magazine piace per la ricchezza di temi e anche per l’elevato “Visual Impact”.

Il formato grande, le immagini/foto e le pubblicità a piena pagina, che sono – a tutti gli effetti – «testo» e parte integrante dell’identità visiva della rivista e come tale vengono vissute positivamente, lette, seguite con estremo interesse, molto apprezzate, soprattutto perché sono considerate una «fonte di informazione» – alla stregua dei servizi.

Per questo How to Spend It è protagonista nelle suite e nelle lounge degli hotel a cinque stelle, delle spa di lusso, dei circoli e dei club più esclusivi d’Italia: dal Gritti Palace di Venezia all’Hotel Savoy di Firenze, dal Circolo della Vela di Napoli alla Promenade du Porto Cervo, dall’Hotel Cristal Palace di Madonna di Campiglio alle Terme di Saturnia Spa e Golf Club.

Distribuzioni speciali vengono anche allestite nelle luxury lounge degli aeroporti di Fiumicino, Linate e Malpensa e on board nella first class delle più importanti compagnie aerei internazionali.

Sempre rimanendo nel mondo visual, ma virando verso l’arte più “classica”, nella fotografia ora è il momento di puntare a investire nel mercato degli scatti anonimi. Cresce il mercato della photo trouvée, ovvero pezzi unici, in piccolo formato. Immagini capovolte, errori, doppie esposizioni. Pochi centimetri di carta, il cui valore è dato dall’occasione irripetibile.

E il consiglio di How to Spend It di questo mese è di allargare i propri orizzonti mentali non solo pensando che l’errore nell’arte possa essere considerato a volte un unicum irripetibile, ma anche di allargare i propri orizzonti di visuale nel senso letterale del termine, ovvero usando sempre di più la prospettiva a 360 gradi.

Le tecnologie del resto lo permettono sempre di più ora, moltiplicando così i punti di vista. Dal selfie al roundie, sempre più utilizzato per le sfilate, per valorizzare il prodotto dei marchi top dando la possibilità di vederlo ambientato nel contesto più corretto, in cui le immagini sferiche si trasformano in viaggi immersivi, vere e proprie bolle visive, digitali e navigabili, senza poi contare il successo della realtà virtuale a 360° anche nel gaming. E How to Spend It ne svela tutte le meraviglie tecnologiche.

Ancora arte e consigli di investimento economico: ad esempio sulle “Over 70”: il mercato dell’arte riscopre infatti autrici rimaste a lungo nell’ombra. Della storia, degli uomini o del loro stesso talento, spesso troppo in anticipo sui tempi. E le quotazioni iniziano a salire.

Il nuovo numero di ottobre di How to Spend It è in edicola da venerdì 7 ottobre.